19 Novembre 2020 cdinnovation

La nostra rubrica: “Il CEO risponde alle domande”

Francesco Di Norcia, CEO & Founder di CDiN, si è messo a disposizione per rispondere ad alcune domande inerenti alla comunicazione pubblicitaria e al digital.

1) In un periodo così delicato, c’è un mezzo di comunicazione che ottiene migliori performance rispetto ad altri per raggiungere i clienti?

Il digital, da tanti anni, è il mezzo principale per raggiungere l’attenzione degli utenti e del proprio target di mercato. È uno strumento veramente frammentato perché la nostra navigazione è duplice o addirittura triplice: molto spesso non ci rendiamo conto che quando guardiamo la televisione utilizziamo il telefono oppure mentre stiamo leggendo un libro sentiamo in sottofondo la radio.
La nostra attenzione è sempre più labile e, statisticamente parlando, nei giovani non è superiore ai 2 secondi.
Questo significa, per esempio, che quando scriviamo un post su Instagram, dobbiamo catturare l’interesse di un utente in un tempo brevissimo.
Internet è il mezzo più performante per veicolare i messaggi ma deve essere studiato e approfondito perché da solo non è sufficiente.
Bisogna capire quali sono gli obiettivi di comunicazione ma soprattutto siamo sicuri di conoscere le abitudini e i comportamenti dei nostri utenti? È fondamentale analizzare il proprio target di mercato per costruire il corretto messaggio pubblicitario e selezionare, di conseguenza, il mezzo di comunicazione più adatto a seconda degli utenti da raggiungere.

2) Quale mezzo consiglieresti a una piccola azienda con un budget contenuto per raggiungere il proprio target di mercato?

Internet, quando un’azienda dispone di un piccolo budget di comunicazione da investire, è sicuramente il mezzo che risponde nel migliore dei modi a questa premessa, perché esistono diverse soluzioni che permettono di pagare solo quando l’utente clicca o compie una determinata azione sull’annuncio.
Per ottenere buoni risultati e non disperdere budget inutilmente, bisogna impostare una corretta strategia in modo da far arrivare alle persone giuste gli annunci a pagamento.
Quello che consiglio di fare, oltre a questo, è affiancare diverse attività editoriali per diffondere e distribuire i contenuti, in modo da veicolare il valore aggiunto di un determinato prodotto e/o servizio.

3) Come si possono sfruttare i dati a proprio vantaggio per valutare le azioni intraprese? Quali sono i KPI da considerare?

La cosa più importante è capire cosa si vuole misurare per riuscire a stabilire degli obiettivi.
Generalmente la comunicazione si misura con i feedback degli utenti e una mossa strategica potrebbe essere strutturare il proprio sito web impostando alcuni Analytics.
In questo modo risulterà più semplice tracciare l’utente in quello che si definisce la vostra vetrina digitale ed estrapolarne dei dati utili.
Un altro passo importante è far arrivare del traffico al sito web, generalmente attraverso la comunicazione pubblicitaria ed editoriale.
La prima si misura prendendo in considerazione la copertura (quante persone hanno visto il messaggio pubblicitario rispetto al numero di persone in target) e la frequenza (quante volte le persone hanno visualizzato quel determinato messaggio).
Infine, è importante prendere in considerazione i social media, che rappresentano una inesauribile miniera di informazioni.
Non bisogna basarsi solo sul numero di fan ma monitorare anche il sentiment, ovvero cosa pensano gli utenti del brand.


SCRIVICI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Privacy Policy